Caseificio Il Casolare

Figli della tradizione

Mozzarella di bufala Campana DOP

Una dop nella dop

Innovazione e Tradizione

Latticini campani

Di bufala o vaccino

Caseificio Il Casolare

Dai nostri allevamenti di bufale a pochi chilometri dal caseificio di Alvignano in provincia di Caserta, nasce la Mozzarella di Bufala Campana Dop Il Casolare.
La nostra mozzarella di bufala è realizzata secondo tradizione e rispettando le regole del consorzio della Mozzarella di Bufala Campanausando solo latte fresco e intero, rigorosamente di Bufala.  Prodotta fresca ogni giorno, può essere mozzata a mano oppure mediante le formatrici che producono pezzature a peso predeterminato, dai 10 grammi (perlina, ciliegina, bocconcino) fino a tre chilogrammi trecce e nodini compresi.
La mozzarella di bufala è uno degli alimenti più imitati e riprodotti al mondo.
Anche in Italia è sempre molto difficile capire se quello che stiamo acquistando sia o meno une vera mozzarella fatta con latte di bufala fresco e purtroppo la chimica e la tecnologia oggi hanno strumenti per ingannare anche i palati più sopraffini.
Vogliamo provare a spiegarvi cos’è e quali caratteristiche ha la vera mozzarella di Bufala Campana DOP.
Prima di tutto è un formaggio fresco a pasta filata prodotto con latte di bufala che vive nelle zone tradizionali di origine. L’introduzione delle bufale nell’Italia meridionale avvenne intorno all’anno 1000, quando i re normanni crearono degli allevamenti di bufale in Campania portando gli animali dalla Sicilia, dove erano stati introdotti dagli Arabi. Le prime tracce storiche di questo formaggio risalgono al XII secolo quando veniva chiamato mozza o provatura.

La mozzarella scelta dalle più famose pizzerie d’Italia

Sono davvero tanti i pizzaioli che ogni giorno scelgono la nostra mozzarella e fiordilatte per esaltare le loro pizze.
Non possiamo nominarli tutti, ma siamo felici di indicarvi alcuni dei primi che hanno creduto in noi e continuano a crederci da tanti anni come Franco Pepe di Pepe in grani ed anche l’Antica pizzeria Pepe dei suoi fratelli, Gino Sorbillo, Enzo Coccia de La Notizia, Francesco Martucci de I Masanielli, Morsi e Rimorsi a Caserta ed Aversa, Giovanni Santarpia, la pizzeria Dry di Milano, la vicinissima Pizzeria Elitè di Pasqualino Rossi e la più lontana O’ fiore mio di Faenza.

Mimmo

Un uomo dai baffi pieni e scuri, dal sorriso aperto e sincero, dallo sguardo diretto e amichevole.

Benito

Cresciuto a mozzarella di bufala e libri – ha una laurea in Economia e Commercio - si occupa del marketing e comunicazione aziendale.

Pasquale

Fratello minore di Mimmo, coordina tutta la preparazione e produzione dei prodotti de Il Casolare.

La moglie di Mimmo

Moglie di Mimmo, una signora di ferro dallo sguardo dolcissimo, che lo sostiene e lo supporta, e sopporta, da molti anni.